Gli essiccatori a getto d'aria non devono essere utilizzati nei bagni dell'ospedale

Essiccatoi a pompa di calore Miele (Luglio 2019).

Anonim

Gli essiccatori a getto d'aria nei bagni dell'ospedale diffondono più germi degli asciugamani di carta usa e getta e non dovrebbero essere usati, dicono i ricercatori.

Scrivendo nel Journal of Hospital Infection, sostengono che la guida ufficiale su come prevenire la contaminazione batterica negli edifici ospedalieri deve essere rafforzata.

Al momento, la guida ufficiale del Dipartimento della salute afferma che gli essiccatori d'aria possono essere collocati nei bagni nelle aree pubbliche di un ospedale, ma non nelle aree cliniche: non a causa dei rischi che rappresentano per la contaminazione incrociata, ma perché sono rumorosi.

Mark Wilcox, professore di microbiologia medica presso l'Università di Leeds, che ha supervisionato lo studio internazionale, ha detto che la guida deve concentrarsi sui rischi di infezione a fronte di nuove prove.

Il nuovo studio ha esaminato la diffusione batterica in un contesto reale, in due bagni in ciascuno dei tre ospedali, che erano nel Regno Unito, in Francia e in Italia. Ciascuno dei servizi igienici aveva distributori di asciugamani di carta e asciugatori a getto d'aria, ma solo uno di questi era in uso in un dato giorno.

Il professor Wilcox ha dichiarato: "Il problema inizia perché alcune persone non si lavano le mani correttamente.

"Quando le persone usano un essiccatore a getto d'aria, i microbi vengono espulsi e si diffondono nella toilette.

"In effetti, l'essiccatore crea un aerosol che contamina la stanza del bagno, compreso l'essiccatore stesso e potenzialmente i lavandini, il pavimento e altre superfici, a seconda del design dell'essiccatore e del luogo in cui si trova. Se le persone toccano quelle superfici, rischiano di essere contaminate da batteri o virus.

"Gli essiccatori a getto d'aria si affidano spesso alla tecnologia no-touch per iniziare l'asciugatura delle mani, tuttavia, gli asciugamani di carta assorbono l'acqua ei microbi lasciati sulle mani e se vengono smaltiti correttamente, c'è meno potenziale di contaminazione incrociata".

Lo studio, condotto da ricercatori dell'Università di Leeds e Leeds Teaching Hospitals Trust, è stato il più grande del suo genere per indagare se il modo in cui le persone si asciugano le mani ha un impatto sulla diffusione dei batteri.

Questa ricerca segue un precedente studio di laboratorio condotto dalla stessa squadra, che ha scoperto che gli essiccatori a getto d'aria erano molto peggio di asciugamani di carta o tradizionali asciugamani ad aria calda quando si trattava di spargere germi.

Gli ospedali utilizzati nello studio erano l'Infermeria Generale di Leeds nello Yorkshire, l'ospedale di Saint Antoine (Assistenza Publique-Hôpitaux de Paris) in Francia e l'Ospedale di Udine in Italia.

Ogni giorno, in 12 settimane, sono stati misurati i livelli di contaminazione batterica nelle toilette, consentendo di effettuare confronti quando erano in uso sia gli asciugamani di carta che quelli a getto d'aria. Sono stati prelevati campioni dai pavimenti, dall'aria e dalle superfici in ciascuno dei servizi igienici.

I principali batteri bersaglio erano:

  • Staphylococcus aureus: responsabile di una serie di condizioni da piccole infezioni cutanee e ferite a setticemia potenzialmente letale.
  • Enterococchi: batteri che possono causare infezioni difficili da trattare, anche in pazienti immunocompromessi.
  • Enterobatteri: incluso Escherichia coli. Questi batteri causano una vasta gamma di infezioni, tra cui gastroenterite, polmonite e setticemia.

Nei tre ospedali, i conteggi batterici erano significativamente più alti nei bagni nei giorni in cui erano in uso gli essiccatori a getto d'aria.

A Leeds e Parigi, sono stati recuperati almeno cinque volte più batteri dai pavimenti quando sono stati utilizzati essiccatori a getto d'aria, rispetto ai tovaglioli di carta.

A Leeds, lo Staphylococcus aureus (incluso l'MRSA) è stato rilevato tre volte più spesso e in quantità maggiori sulla superficie degli essiccatori a getto d'aria rispetto ai distributori di asciugamani di carta. Significativamente più enterococchi e batteri multiresistenti sono stati recuperati dai pavimenti o dalla polvere delle toilette quando erano in uso gli essiccatori a getto d'aria anziché gli asciugamani di carta.

In Italia, i ricercatori hanno riscontrato un numero significativamente inferiore di batteri sulla superficie dei dispenser di asciugamani di carta rispetto agli essiccatori a getto d'aria, sebbene non vi siano differenze significative sui pavimenti.

Il professor Wilcox ha dichiarato: "Abbiamo trovato numerosi esempi di maggiore contaminazione batterica sulle superfici, compresi i batteri fecali e resistenti agli antibiotici, quando erano in uso gli essiccatori a getto d'aria anziché gli asciugamani di carta.La scelta del metodo di asciugatura delle mani influisce sulla probabile diffusione dei microbi, e così probabilmente il rischio di infezione. "

Frédéric Barbut, professore di microbiologia presso Saint Antoine (Assistenza Publique-Hôpitaux de Paris), ha dichiarato: "La maggiore contaminazione ambientale osservata quando si usano gli essiccatori a getto d'aria rispetto ai tovaglioli di carta aumenta il rischio di contaminazione incrociata.

"Questi risultati confermano precedenti risultati di laboratorio e supportano le recenti linee guida francesi in materia di igiene delle mani, che scoraggiano l'uso di essiccatori a getto d'aria nei reparti clinici".

Il saggio "Studio multicentrico per esaminare l'entità della contaminazione ambientale da parte di potenziali batteri patogeni, inclusi i batteri resistenti agli antibiotici, nei bagni degli ospedali secondo il metodo di asciugatura delle mani" è stato pubblicato sul Journal of Hospital Infection il 7 settembre.

menu
menu